Login
Consorzio Agorà Soc. Coop. Sociale - Torna alla Home page Consorzio Agorà Soc. Coop. Sociale
Feed Rss Archivio News

In evidenza:
Domiciliarità anziani e disabili
Residenza Protetta Dott. Zunino - Tiglieto
» Manifesto per sostenibilità

RSI o CSR > Manifesto per sostenibilità

Nella vita lavorativa di ogni giorno ogni lavoratore può agire responsabilmente con piccole attenzioni. Per questo motivo è stato redatto il Manifesto per la sostenibilità, piccolo vademecum di indicazioni di buon senso che aiutano l'azienda e le persone a rendere la CSR un fatto tangibile.

Manifesto per la sostenibilità
“Better we live, better we work together”
(“Se viviamo bene, lavoreremo meglio assieme”)
Ciascuno di noi –soci, dipendenti, tirocinanti e servizi civili- può contribuire nel quotidiano a fare la differenza nella tutela dell’ambiente e nella riduzione degli sprechi delle risorse con piccoli cambiamenti con una buona dose di buon senso e vari accorgimenti. L’ambiente lavorativo, però, è fatto anche di persone, oltre che di articoli di cartoleria e stampanti, per cui è importante lavorare anche sul miglioramento delle relazioni interpersonali per costruire un ambiente ecologico, che non incida negativamente sulla nostra salute.
Per questo, possiamo:
1. Riutilizzare – le cose possono avere una seconda vita
Alcuni esempi: trasformare i pezzi di carta in foglietti per appunti; recuperare matite, spillatrici e altri prodotti di cancelleria prima di fare un nuovo ordine.
2. Ridurre il consumo di energia – siamo tutti responsabili
Il nostro Consorzio ha pubblicato sul sito un Manuale sul Corretto Uso dell’Energia /it/manuale-uso-corretto-energia
Alcuni esempi: abbassare il termostato del riscaldamento di 1° C; spegnere i computer quando non servono, in particolar modo durante la notte e i fine settimana; socchiudere le persiane o le tapparelle o usare la ventilazione naturale per abbassare la temperatura interna dell'ufficio, invece di accendere il climatizzatore.
3. Ridurre il consumo di acqua – non sprechiamola
L'acqua sta diventando un bene sempre più prezioso e costoso, per questo occorre fare ogni sforzo per ridurne l'utilizzo negli uffici e nelle strutture.
4. Ridurre i rifiuti - ci possiamo provare
La nostra impronta ecologica è l’eredità che lasceremo alle generazioni future in termini di impatto negativo; le discariche ormai sono quasi sature: i rifiuti possono essere ridotti con alcune attenzioni, per migliorare il territorio in cui viviamo.
Alcuni esempi: riutilizzare buste, confezioni in cartoncino e buste imbottite; limitare l'utilizzo di buste con finestra, difficili da riciclare; impostare la stampante –ove possibile - sulla stampa fronte-retro per sfruttare entrambi i lati di ogni foglio di carta. Fare un punto raccolta per le pile ecc.
5. Rendere più verde il nostro posto di lavoro

Anche a livello di organizzazione degli spazi, possiamo “pensare verde”!

Alcuni esempi: avere contenitori robusti e contrassegnati chiaramente per la raccolta differenziata o per il riutilizzo; posizionare accanto alla stampante un vassoio per la carta usata da riutilizzare per prendere appunti; mettere piante in ufficio per abbellire l'ambiente, ma anche per ridurre l'inquinamento dell'aria in spazi chiusi.
6. Acquistare verde - occhio all'ambiente!
Il mercato si evolve con un’attenzione crescente a prodotti e servizi ecologici.
Alcuni esempi: coordinare gli ordini in modo da ridurre il numero di consegne da effettuare; Scegliere un fornitore di cancelleria che offra un'ampia gamma di prodotti eco-compatibili ecc.
7. Le relazioni “ecologiche”
Passiamo molto tempo sul lavoro. È dunque im¬portante cercare di vivere con i colleghi in sintonia, contribuendo a mantenere un clima di lavoro che soddisfi so¬prattutto noi. Senza far miracoli, ma esercitando pazienza e rispetto.
Alcuni esempi: sdrammatizzare di tanto in tanto le questioni che non rappresentano condizioni di vita o di morte; usare rispetto nei confronti delle persone.
8. Passaparola – si fa e poi ..si dice!

Dedicare qualche attenzione all’ambiente vuol dire occuparsi anche di noi stessi… Per questo è bene spiegare ai nostri colleghi, ai fruitori dei nostri servizi, ai nostri fornitori e a tutti i nostri stakeholder (clienti, beneficiari ecc.) come si può fare la differenza.

Molti altri suggerimenti possono partire dal singolo per stimolare i colleghi al miglioramento dell’ambiente lavorativo. Esiste, per esempio, un dibattito in corso sulla opportunità “ecologica” ad utilizzare nella stampa il font “century gothic” per un risparmio dell’inchiostro. Ma chissà quante altre attenzioni possiamo scoprire. Questo è solo l’inizio!

Per i più curiosi, rimandiamo a un approfondimento su questo sito da cui abbiamo tratto ispirazione:
http://www.prodotti-ecologici.it/userfiles/file/GUIDA%20ECOLOGICA%20Ver%203%20Rev%20A%20%20-%202008.pdf


Ufficio Comunicazione e Segreteria Generale
Consorzio Agorà